Olio CBD per i nostri animali domestici: fa davvero bene?

L’olio al CBD per gli animali domestici: una nuova frontiera della fitoterapia veterinaria

Nel nostro paese più di un terzo delle persone convive con almeno un animale domestico. È abbastanza chiaro che l’amore per gli animali è quindi molto forte e sentito. Per il loro benessere si farebbe di tutto, non da ultimo scegliere per loro integratori che possano attivamente contribuire a migliorare la loro qualità della vita. Studi recenti hanno dimostrato che l’olio CBD potrebbe davvero rappresentare un’ottima scelta per rendere più tranquilli, felici e soddisfatti i nostri pets. Se vuoi saperne di più su dove è possibile comprare olio CBD leggi qui.

Cos’è l’olio al CBD

L’olio al CDB è, come dice la parola stessa, un olio, da assumere per via orale o in alcuni casi da applicare come un cosmetico, ottenuto dalla pianta di cannabis. Si tratta, quindi, di un cannabinoide. Tuttavia questo non deve assolutamente né spaventare né preoccupare perché il CDB è il principio attivo naturale e benefico della canapa e non ha alcun effetto psicoattivo. Infatti, l’effetto psicotropo e allucinogeno provocato dalla cannabis è contenuto in un altro principio attivo, conosciuto come THC. Nei prodotti a base di olio il THC è presente in concentrazioni pari a 0, così basse da non essere sufficienti per venire metabolizzate e sintetizzate dall’organismo di alcun mammifero. Quindi risultano totalmente innocue, completamente neutralizzate dagli effetti benefici del CDB.

Come funziona l’olio di CDB

Il CDB è un principio attivo naturale e vegetale. È classificato come cannabinoide, un acido che l’organismo dei mammiferi non è in grado di produrre da solo ma che ha molti effetti benefici sulla regolazione delle funzioni psicofisiche. Tutti i mammiferi, infatti, sono provvisti del cosiddetto sistema endocannabinoide. Si tratta di alcuni recettori, detti anche cellule recettive, presenti in alcuni organi come il cervello, il tratto digestivo e i tessuti connettivi ossia pelle, cute, capelli, unghie e rivestimenti di ossa, muscoli, polmoni, fegato, pancreas. Il CDB agisce proprio su questi recettori, regolandone il funzionamento e ripristinandolo a una corretta ed equilibrata funzionalità.

Come mai i veterinari hanno cominciato a consigliare l’olio CDB

Negli ultimi anni non sono pochi i veterinari, soprattutto quelli specializzati in cure alternative come omeopatia e fitoterapia, che hanno cominciato a consigliare e incoraggiare l’uso di prodotti a base di olio al CBD per il trattamento di alcuni comportamenti degli animali domestici. Questo è avvenuto perché esistono molti studi che hanno acclarato una comprovata efficacia del CDB sull’organismo di tutti i mammiferi. Il tutto senza alcuna controindicazione o effetto collaterale rilevante. Una vera e propria manna dal cielo per tutte quelle persone che si trovano a gestire un animale domestico con qualche disturbo comportamentale non correlato a patologie ma che può alterare la sana e serena convivenza. I risultati sono molto incoraggianti in quanto pare proprio che, se somministrato nel modo giusto e a dosaggi controllati e personalizzati, gli effetti positivi sia a breve che a lungo termine siano importanti.

A cosa serve l’olio al CDB negli animali domestici

Anche se gli animali domestici ormai si sono, loro malgrado, un po’ tutti umanizzati e hanno imparato a vivere secondo le regole e gli orari della casa che li ospita, non dobbiamo dimenticare che sono pur sempre animali. Quindi vivono e agiscono soprattutto per istinto e seguendo le loro inclinazioni a seconda della specie e della razza a cui appartengono. Un cane, per fare un esempio, tenderà sempre e comunque a marcare il territorio e un gatto sarà comunque sempre più propenso a essere più attivo nelle ore notturne rispetto a quelle diurne. Tuttavia, in alcuni casi, alcuni istinti non ben educati e incanalati possono interferire con la serena convivenza. I prodotti a base di CDB sono in grado di rilassare, calmare e riequilibrare tutte le funzioni psicofisiche dei mammiferi.

Qualche esempio in cui è indicata l’integrazione alimentare del proprio animale domestico con prodotti a base di CDB:

– situazioni stressanti che turbano l’animale, ad esempio viaggi o traslochi o cambiamenti importanti nella loro routine;
– animali che tendono a marcare il territorio, quindi sporcando in casa;
– in caso di fobie, ad esempio quegli animali che durante un temporale sviluppano crisi di ansia che possono portarli anche a ferirsi o farsi male, presi dal panico;
– durante i calori, se si dimostrano particolarmente agitati;
– quando si ha a che fare con un animale dal comportamento compulsivo, per esempio quelli che mangiano voracemente e chiedono continuamente cibo anche se sono stati nutriti a sufficienza, quelli che giocano ossessivamente con un giocattolo fino a sfinirsi, che si leccano senza motivo apparente per ore e ore.

Tutti questi atteggiamenti, in un animale, non sono quasi mai attribuibili a qualcosa di preoccupante o patologico. Sono solo comportamenti dettati dall’istinto abbinato a una incapacità di adattarsi a situazioni particolari. Riequilibrando i recettori del sistema endocannabinoide, in maniera automatica e naturale, si riuscirà a donare più serenità e tranquillità al proprio animale e a cancellare dal suo comportamento questi atteggiamenti che spesso irritano sia lui che il suo proprietario.

Effetti positivi del CBD sugli animali, soprattutto su cani e gatti

Gli effetti positivi dell’olio al CDB sono apprezzabili su tutti i mammiferi. Tuttavia, gli animali domestici più diffusi sono cani e gatti e sono anche quelli sui quali la terapia con olio CDB ha dati più completi e numerosi. L’assunzione di olio al CDB, sia sotto forma di gocce che di tintura spruzzata direttamente sotto la lingua o mescolata al cibo, può:

– tranquillizzare gli animali paurosi o fobici, rendendoli più tranquilli, socievoli e affettuosi;
– regolare la sensazione di fame, quindi placare l’appetito negli animali che tendono a mangiare troppo e in maniera eccessivamente vorace e stimolandolo, invece, in quelli che tendono a mangiare poco;
– riequilibrare le funzioni del sistema digestivo, quindi promuovere la funzionalità digestiva e intestinale, ottima cosa per tutti quei cani e gatti che spesso hanno problemi di stitichezza o che tendono a ingoiare molto pelo perché leccano ossessivamente se stessi e le superfici di casa;
– renderli più tolleranti agli stress, che siano l’incontro con loro simili o situazioni presenti in casa;
– aiutarli in caso arrivasse un nuovo cucciolo in casa, evento che in genere li sconvolge e li rende più nervosi, aggressivi o paurosi;
– un toccasana nei periodi di calore, quando le femmine tendono a uggiolare o miagolare continuamente e i maschi, sentendo le femmine, diventano più agitati e meno gestibili.

Acquistare prodotti veterinari a base di CDB

L’olio al CDB è regolarmente prodotto e commercializzato in Italia quindi non è difficile reperirlo. Tuttavia, è bene sempre rivolgersi a siti affidabili e che offrano garanzie di qualità come, per esempio, Justbob.it. Per quanto riguarda i dosaggi è bene attenersi al consiglio del proprio veterinario di fiducia o regolarsi seguendo scrupolosamente le indicazioni riportate sull’etichetta del prodotto scelto. Generalmente, per gli animali, la dose va a peso.

Potrebbero interessarti anche...