Benefici della cannabis light: dai più noti alle ultime scoperte

Negli ultimi anni se ne è moltiplicato il consumo, apprezzata com’è da star, personaggi famosi, influencer e dai più attenti alla forma e al benessere fisico. Quali sono, però, i benefici della cannabis light? E sono benefici solo per il corpo o anche per la mente? Proviamo ad approfondire.

 

Rilassa, calma i dolori, aiuta a mangiare meno (e meglio) e migliora l’aspetto della pelle: i benefici della cannabis light

 

L’uso più classico dell’erba light, che è poi anche la ragione per cui molti si avvicinano ai prodotti CBD, ha a che vedere con il suo effetto calmante. Il cannabinoide contenuto in alta concentrazione in questa varietà di canapa, il cannabidiolo, è in grado di interagire infatti con il sistema endocannabinoide umano generando un senso di rilassatezza e riposo desiderabile in molte occasioni. Dopo un’intera giornata di lavoro, nei periodi più stressanti o anche semplicemente quando ci si voglia godere una serata all’insegna del relax con il proprio partner o con gli amici, le infiorescenze da fumare (in purezza, mischiate al tabacco, eccetera) possono essere la scelta migliore per godere dei benefici della cannabis light. Alcuni studi, però, hanno provato a dimostrare che l’uso di marijuana legale può essere utile nel trattare disturbi dello spettro ansioso (come ansia sociale, attacchi di panico, eccetera): in questo caso, anche per facilità e rapidità di assorbimento, può essere più indicato optare per l’olio di CBD o per le capsule gel di CDB e la buona notizia è che è possibile trovare su terredicannabis.com tante qualità di cannabis light e lo stesso vale per gli altri e-shop di derivati dalla canapa.

 

Altrettanto noti sono comunque anche gli effetti antidolorifici e antinfiammatori dell’erba light: l’olio di CBD può essere massaggiato per esempio per via topica e direttamente sulla parte interessata in caso di dolore e gonfiore legati a un trauma muscolare e, più in generale, la cannabis light è efficace nel trattare gli stati dolorosi, anche cronici.

 

Meno comunemente conosciuti potrebbero essere, invece, benefici della cannabis light come quelli per l’apparato digerente. Ci sono studi che dimostrano infatti come il cannabidiolo sia un valido aiuto nell’alleviare i sintomi di infiammazioni anche croniche (coliti, morbo di Chron, eccetera). Più in generale questo principio attivo sembra capace di regolare il senso di fame e quello di sazietà, ragione per cui è un valido aiuto per chi stia cercando di perdere peso e rimettersi in forma: CBD oil alimentare, cristalli di CBD e semi di canapa da utilizzare nel condimento o per la preparazione dei propri piatti sono in questo senso l’ideale.

 

Il vero trend del momento sembra essere, infine, sfruttare i benefici della cannabis light a scopi cosmetici e di bellezza. L’effetto antinfiammatorio del cannabidiolo aiuterebbe, infatti, a contrastare i radicali liberi e ad agire in questo modo un’azione anti-aging: per questo è un proliferare nelle profumerie, nei negozi di cosmetica, in erboristeria di creme, sieri e saponi alla marijuana legale, ma chi non voglia spendere eccessivamente per prodotti di questo tipo, soprattutto se vuole prima provarne gli effetti su di sé, può semplicemente aggiungere qualche goccia di olio di CBD ai propri cosmetici preferiti. A guardare bene comunque la dermatologia sfruttava da tempo questo tipo di azione: il cannabidiolo è da sempre usato per trattare manifestazioni cutanee come acne e psoriasi.

Potrebbero interessarti anche...