Utilizzare linguaggi di programmazione per Google Analytics

Google Analytics è lo strumento di analisi del traffico più famoso al mondo e non a caso: è facile da utilizzare, offre un supporto completo grazie alla vasta base di utenti ed è gratuito (entro certi limiti).

Cos’è Google Analytics

Google Analytics è un servizio messo a disposizione da Google che aiuta a capire come gli utenti trovano e utilizzano un determinato sito web. Oltre a monitorare gli accessi al sito, Analytics permette di analizzare anche i dati, cioè le informazioni che derivano dalle strategie online adottate. In questo modo, chiunque abbia un sito o un e-commerce (e persino un’App), può verificare quali canali o quali campagne funzionano meglio ed eventualmente correggere il tiro.

Come funziona Google Analytics

Google Analytics consente di monitorare un sito web attraverso l’installazione di un semplice codice (o snippet) in linguaggio JavaScript. Quando un utente visita una pagina, il codice lo rileva e raccoglie delle informazioni (in modo anonimo) su di lui: da dove arriva il traffico (es. social, motori di ricerca, ecc.), dati sul browser utilizzato (tipo, lingua, ecc.), sul sistema operativo, sul dispositivo, e tanto altro ancora. Analytics poi raggruppa tutti questi dati in report e sessioni.

Per ottenere questo codice di monitoraggio è necessario avere un account Google Analytics. Una volta fatto il login, s’impostano il nome dell’account, si indica l’url del sito web, la categoria di appartenenza e un fuso orario. Infine, basta cliccare sul pulsante “Ottieni l’id di monitoraggio”  e il gioco è fatto!  Il codice di monitoraggio può essere inserito sul proprio sito manualmente, copiano e incollando lo snippet nell’header del sito, attraverso un plugin se il sito è fatto con WordPress o tramite Google Tag Manager.

Utilizzate sviluppatori locali per implementare plugin personalizzati in qualunque linguaggio (Python Roma) e ricordate di “embeddare” altri tool per gli internet search trends qualora Analytics vi occorra per studiare i trends delle ricerche su Google. Una volta installato Analytics si ha una panoramica generale dei dati degli utenti che hanno visitato il sito nell’ultima settimana: numero di utenti, sessioni ed entrate se il sito è un e-commerce.

È possibile vedere anche a che ora del giorno il sito ha la maggiore affluenza, come gli utenti arrivano a visitare il sito (es. tramite i canali social, ricerca organica su Google, ecc.); da che area geografica; qual è il dispositivo preferito dagli utenti per visitare il sito; quali sono le pagine più visitate. Con Google Analytics, inoltre, si possono impostare anche obiettivi, segmenti e metriche personalizzate per ottenere dati più specifici.

Potrebbero interessarti anche...