Reflex per principianti e chi è alle prime armi: come sceglierla

Sei appassionato di fotografia, hai utilizzato per anni una semplice macchina fotografica compatta ma pensi sia giunto ormai il momento di cambiare e di passare a qualcosa di più professionale? È ora di scoprire il mondo delle reflex e la buona notizia è che modelli come la d3400 nikon ti assicurano il giusto compromesso tra qualità, efficacia dei risultati e un buon prezzo e la giusta praticità. Quello che dovresti evitare in qualsiasi modo, infatti, se stai muovendo i tuoi primissimi passi nella fotografia professionale è acquistare un oggetto eccessivamente complesso, con troppe funzionalità o troppi accessori che non sapresti bene come sfruttare al meglio. Quelli che seguono sono, così, una serie di considerazioni e consigli di cui tenere conto quando si tratta di scegliere la migliore reflex per principianti.

Qual è la reflex migliore per cominciare con la fotografia?

Partiamo dalle basi. Potresti essere affascinato dall’aura vintage della fotografia su pellicola e in effetti, quando avrai imparato a scattare, la fotografia analogica potrebbe essere una buona via per esprimerti al meglio. Finché sarai alle prime armi, però, meglio optare per macchine fotografiche digitali: si trovano facilmente sul mercato, sono più pratiche nella manutenzione e, molto più banalmente, ti permettono di vedere subito quello che hai appena scattato, senza dover aspettare i tempi di sviluppo della pellicola, e di renderti conto altrettanto immediatamente di cosa hai eventualmente sbagliato.

Va da sé, comunque, che anche nella scelta della tua reflex per principianti dovrai tenere conto di caratteristiche tecniche come il tipo di sensore (Full Frame, APS-C, quattro terzi) installato, il numero di megapixel, la sensibilità ISO, la tipologia e la natura dell’obiettivo e via di questo passo. Non ci sono regole d’oro in proposito ma una buona idea potrebbe essere non strafare: se sei alle prime armi potrebbe essere piuttosto inutile, infatti, acquistare una macchina fotografica iper-performante – e altrettanto costosa – ma che che non si ha modo di sfruttare al meglio. Considera piuttosto che se acquisti un modello base come una d3400 nikon puoi sempre pensare poi di fare un upgrade verso un modello di fascia più alta e con caratteristiche che saranno adatte alle tue nuove abilità da foto-amatore.

Per chi sia agli inizi, comunque, ci sono altri fattori che potrebbero fare di una reflex la reflex ideale.

  • La presenza di uno schermo, meglio se LCD e telescopico, sul corpo macchina: permette di controllare meglio lo scatto e, nella maggior parte dei casi, anche se si tratta di fotocamere piuttosto commerciali, di controllare lo spettro della foto già realizzata o effettuare piccole modifiche.
  • Un’impugnatura ergonomica. Molte reflex di livello entry hanno impugnature molto più pronunciate degli oggetti più professionali e non è un caso: è probabile infatti che, se fino a qui hai scattato con una compatta, o anche con una bridge o una mirrorless, non sei abituato a tenere in mano anche per un tempo abbastanza consistente, quello che serve per trovare inquadratura, tempi, aperture perfetti, un oggetto di un certo peso come una reflex e che il tutto sia più facile con un’impugnatura ergonomica.
  • La possibilità di utilizzare accessori come uno stabilizzatore o un flash e di arricchire al bisogno il pacchetto della propria reflex fanno il resto.

Potrebbero interessarti anche...