Quale tipologia di legno scegliere per il proprio pavimento

Vernicix LegnoIn tutti i progetti di arredamento, quello che può davvero stravolgere notevolmente l’aspetto della vostra abitazione è sicuramente il cambio del pavimento. L’aggiunta di un pavimento in legno, oltre a portare un maggiore calore e isolamento a tutta la vostra abitazione, migliora l’aspetto generale della casa. Inoltre, il prezzo dell’acquisto e della posa di una pavimento in legno spesso è minore se paragonato a uno tradizionale.

I pavimenti in legno sono di facile manutenzione, e di norma, hanno anche il pregio di nascondere meglio l’eventuale presenza di sporco o polvere. Un altro vantaggio, è che le persone che sono allergiche alla moquette con questo tipo di pavimento non hanno nessun problema. Se avete dei bambini o degli animali domestici, un pavimento in legno o in parquet è sicuramente la scelta migliore; per la praticità della sua pulizia.

Nel corso degli anni, grazie all’intervento del vostro posatore di fiducia, avrete la possibilità di eseguire una serie d’interventi di protezione con un impregnante per legno specifico. Così, anche dopo molti anni il vostro pavimento sarà come nuovo e senza imperfezioni.

Ai giorni nostri, le scelte a vostra disposizione sono pressappoco infinite, anche se la maggior parte dei pavimenti possono essere inseriti in tre principali categorie. Per determinare quale è meglio per la vostra casa, eccovi alcuni consigli da seguire.

Pavimenti in legno massello

Sono composti da una serie di tavole di grande spessore, che offrono una maggiore durata nel tempo a fronte di un cospicuo investimento. Le tavole si incastrano tra di loro con un sistema maschio femmina, e quindi sono inchiodate tra di loro a circa ¾ della propria lunghezza. Dal momento che non è possibile inchiodare le tavole nel calcestruzzo, spesso è necessario creare una base si cui appoggiarsi. Purtroppo, questa loro caratteristiche tende a fare alzare di diversi centimetri l’altezza del pavimento dopo la posa.

Nel caso di un pavimento in calcestruzzo, è meglio scegliere di posare un pavimento stratificato. Poiché il massello è formato da legno vero, con il passare del tempo e delle stagioni si espande e si contrae in base alla temperatura e alla umidità che è presente nella stanza.

Uno dei vantaggi dei pavimenti in legno massello, è che se viene graffiato, macchiato o si usura può essere levigato e rifinito. Secondo la sua altezza, è possibile eseguire questa operazione per più volte.

Pavimenti in legno costruito

Questa tipologia di pavimento, è formata da una serie di strati che sono incollati su una base sintetica. Questo, li rende più resistenti alle variazioni climatiche e di umidità; così come all’usura. A confronto dei pavimenti in legno massello, questa tipologia di pavimento non necessità di essere inchiodato al pavimento. Per la sua posa, si può sceglie di utilizzare la colla

Pavimenti in legno acrilicato

Questo tipo di pavimento è tra i più resistenti, anche se paragonati al legno massello. Grazie al fatto che le resine acriliche sono cotte direttamente nel materiale, hanno in media una resistenza superiore. Inoltre, poiché i coloranti sono aggiunti prima della polimerizzazione, i pavimenti in legno acrilicato hanno dei colori molto brillanti,

La loro grande resistenza all’acqua li rende un’ottima scelta per ambienti in cui è facile trovare molta umidità, come, per esempio cucine e bagni. Sono inoltre la scelta perfetta per le zone ad alto traffico, e che di solito sono soggette a una forte usura, poiché sono molto difficili da graffiare. I pavimenti di legno acrilicato non hanno la raffinatezza e l’eleganza dei pavimenti in legno, ma sono sicuramente un’alternative meno costosa, e durevole. Sono anche un’ottima scelta per chi sta pensando di mettere della moquette.

Potrebbero interessarti anche...