Mondiali di Russia 2018: le quotazioni aggiornate sulle favorite per la vittoria finale

I campionati del mondo 2018, che andranno in scena in Russia la prossima estate, vede come favorite per la conquista del trofeo tre nazionali su tutte, vale a dire Brasile, Germania e Spagna.

Stando alle quote odierne, i Carioca sono dati vincenti per la sesta volta nella loro storia a 5,25, con uno scarto minimo rispetto ai tedeschi: infatti per questi ultimi i bookmakers hanno fissato la quota di 5,50.

Al terzo gradino del podio troviamo invece la Spagna, quotata a 7,00 per il trionfo al mondiale. Altra grande big da tenere d’occhio è la Francia dell’ex bianconero Didier Deschamps, che presenta una quotazione di 7,50, il che significa una fiducia quasi pari a quella delle Furie Rosse da parte degli esperti di scommesse.

In seconda fascia troviamo poi due outsiders da non sottovalutare, vale a dire l’Argentina di Messi, che viene quotata a 10,00, e il Belgio di Mertens e Lukaku, dato a 12,00 dai bookmakers.

Lontano da questi numeri le quotazioni di Inghilterra e Croazia, due nazionali forti e coriacee, che nella fase di qualificazione hanno dimostrato di avere un buon potenziale a livello di rosa. Per gli inglesi la quota di riferimento è 18,00, mentre per Mario Mandzukic e compagni la scommessa si fa più golosa: infatti per ogni euro che deciderete di giocare ne guadagnerete 30.

L’Italia ai mondiali di Russia con l’arbitro Rocchi

Anche se la nazionale italiana non parteciperà alla manifestazione, sarà comunque rappresentata da un arbitro di caratura internazionale come il fiorentino Gianluca Rocchi, 44 anni, che calcherà l’erba degli stadi russi per dirigere le partite della fase finale dei mondiali 2018.

La terna arbitrale italiana sarà completata dagli assistenti Elenito Di Liberatore e Mauro Tonolini, che hanno già calcato il palcoscenico degli Europei 2016, assistendo alla gara tra Germania e Francia.

Per quanto riguarda il nostro paese, presso Coverciano, la casa degli Azzurri, sarà poi allestito nella seconda metà di aprile un seminario di 15 giorni per istruire tutti e 63 i fischietti che arbitreranno al mondiale russo circa l’utilizzo del VAR, l’assistente video che per la prima volta debutterà a una manifestazione mondiale.

Le giovani promesse del mondiale FIFA 2018 e le loro quote come capocannoniere dei Mondiali

Se a destare l’interesse degli scommettitori, dei bookmakers e delle copertine dei giornali sono i grandi nomi del calcio, vale a dire Neymar, Messi e Cristiano Ronaldo, vi sono tuttavia alcune giovani promesse del calcio su cui vale la pena di soffermarsi, andando ad analizzare le relative quote.

Il primo nome della lista degli outsiders è quello dello spagnolo Marco Asensio, che a soli 22 anni ha già vinto una Champions League, uno scudetto in Liga e 2 Mondiali per Club.

Pur non essendo titolare nel Real Madrid di Zidane, il CT Lopetegui lo ha eletto come suo pupillo e di certo lo renderà una pedina inamovibile dello scacchiere di gioco iberico. La quota relativa ad Asensio come miglior bomber del mondiale è però molto alta: infatti si parla di 101 euro vinti per ogni euro scommesso.

Un nome molto più noto è quello del francese Kylian Mbappé, giunto alla ribalta delle cronache per i 180 milioni di euro pagati dal PSG al Monaco per averlo in rosa.

A meno di 20 anni d’età Mbappé già calcato l’erba dei campi della Champions League, disputando l’anno scorso una semifinale contro la Juventus, in cui ha segnato un gol.

Anche in questo caso Deschamps non potrà fare a meno di lui per cercare di avanzare il più possibile nella fase finale del mondiale.

Le quote come miglior marcatore del torneo di Mbappè si attestano a 36,00: un segnale di come il giocatore e la nazionale francese tutta possa giocarsi serie chances di avanzare fino alla finale mondiale di metà luglio prossimo.

Attraversando invece lo stretto della Manica, l’inglese Marcus Rashford, attualmente in forza al Manchester United di Mourinho, a soli 21 anni ha già segnato 12 gol in questa stagione di Premier League, ed è una pedina molto duttile in termini tattici: infatti può giocare sia come punta centrale che come esterno offensivo. Un motivo in più per il CT Southgate per convocarlo in nazionale.

Le quote che danno Rashford come re dei cannonieri al mondiale sono molto alte: infatti la migliore è di 101,00, il che significa un vero e proprio azzardo per ogni scommettitore.

Restando in Inghilterra, l’attaccante belga 27 enne Eden Hazard del Chelsea è considerato dagli esperti di calcio un talento puro.

Nel campionato inglese di quest’anno ha già segnato 11 reti in 27 presenze totali, mentre con la maglia del Belgio ha totalizzato 18 gol in 79 partite disputate.

La miglior quota per Hazard capocannoniere del mondiale è di 51,00, il che vuol dire che grazie al potenziale tecnico della sua nazionale potrà comunque segnare e giocare tanto.

Potrebbero interessarti anche...