La cameretta e non solo: come preparare casa all’arrivo di un bebè

Un bebè in arrivo, si sa, è una novità travolgente per tutta la famiglia. Anche gli spazi di casa, però, potrebbero essere al centro, in questo periodo, di una totale rivoluzione: la maggior parte dei genitori si prepara ad arredare ex novo, o a rimodernare quando non si tratti del primo figlio, la cameretta dei bambini e c’è chi pensa a come poter rendere tutti gli ambienti domestici più accoglienti e a prova di neonato. Oggi è reso tutto più facile da siti come https://mondoprezzo.com/, in cui si trovano con facilità consigli e raccomandazioni da parte di altri utenti che ci sono già passati e una selezione di mobili e accessori di buona qualità e a un prezzo conveniente. Di cosa non si può fare davvero a meno, però, quando si prepara la casa all’arrivo di un bambino? E quali consigli sono imprescindibili per futuri genitori alle prese con i lavori di casa?

Qualche consiglio per (futuri) genitori alle prese con i lavori di casa

Anche considerata la particolarità del momento, non di rado si tende a strafare: quando mancano poche settimane al parto mamme e papà sono presi dalla smania di acquistare culle, cullette, fasciatoi per la camera dei bimbi e ogni altro accessorio venduto come promettente rimedio alla fatica che naturalmente comporta prendersi cura di un neonato. Servono davvero tutte queste cose? O ci sono oggetti di cui si può tranquillamente fare a meno, risparmiando spazio e denaro? Naturalmente non si può rispondere a domande come queste senza tenere conto delle abitudini delle singole famiglie, della disponibilità di spesa, delle esperienze con le precedenti gravidanze che possono aver aiutato a capire cos’è davvero indispensabile per la cura del bambino, da un lato, e dall’altro possono aver lasciato in eredità oggetti ancora in buono stato e riutilizzabile. Una buona idea, comunque, è tener conto del fatto che la maggior parte delle cose che si acquistano per un bebè hanno una vita breve: il neonato cresce più velocemente di quanto si immagini e non sono solo vestiti e pannolini che non si possono usare più già dopo qualche settimana, ma anche accessori come cullette e ovetti si rivelano di fatto inutili a pochi giorni dalla nascita. Meglio concentrarsi, allora, sull’acquisto di pochi oggetti, essenziali ma di buona qualità e che possano adattarsi alle necessità sempre in evoluzione del bambino. Un lettino, per esempio, potrebbe essere la scelta migliore per la cameretta: può essere utilizzato (quasi) fin da subito, soprattutto se si sceglie un modello con sponde morbide e imbottite, e accompagna il bambino fino a qualche anno d’età. Ancora, una cassettiera, magari con un ampio piano d’appoggio, è una scelta migliore di un fasciatoio: quando non sarà più necessario cambiare il bambino, si può continuare a utilizzarla infatti per riporre vestiti e accessori. Più in generale, la cosa più importante che i genitori dovrebbero fare per rendere la casa a prova di bebè è eliminare fonti di pericolo (mobili bassi, oggetti appuntiti o spigolosi, eccetera), che si riveleranno tali soprattutto quando il bimbo comincerà a gattonare e camminare.

Potrebbero interessarti anche...