Il mistero delle scie chimiche

La teoria del complottismo legato alle scie bianche lasciate in cielo dagli aerei è piuttosto contorta, e non ha alcun fondamento preciso, per quanto vi siano periodi in cui viene diffusa e sostenuta con maggiore enfasi. Sostanzialmente, si tratta della convinzione che le caratteristiche scie bianche prodotte dagli aerei in volo rilascino sostanze chimiche dannose per l’ambiente e per la salute umana, in relazione ad un ipotetico “complotto” messo in atto dai governi o da associazioni terroristiche al fine di danneggiare la popolazione, sottoporla inconsapevolmente a esperimenti e vessazioni di natura fisica e psicologica e causando modifiche al clima e all’ambiente naturale dalle conseguenze disastrose.

Ovviamente, non esiste alcuna prova di questa fantascientifica ipotesi, e l’abnorme quantità di scie bianche a volte visibili nel cielo è dovuta ad un traffico aereo piuttosto intenso. Il sospetto che a bordo degli aerei siano presenti apparecchiature in grado di generare vapori inquinanti, ad insaputa delle persone che ne subiscono gli effetti appare poco credibile, per quanto il mutare del clima e il diffondersi di malattie difficili da trattare e da curare possa generare facilmente pensieri di questo tipo.

La scienza stabilisce che le scie emesse dagli aerei siano in gran parte costituite da vapore, e si formino per un naturale processo chimico di condensazione: la differenza di consistenza e il fatto che in alcuni giorni siamo molto più numerose e visibili, è dovuto alla percentuale variabile di umidità presente nell’aria. La tesi del complotto è quindi abbastanza inconcepibile, anche se il traffico aereo contribuisce certamente ad incrementare il livello di inquinamento che oramai sta danneggiando seriamente l’ambiente naturale.

Con una ricca serie di informazioni inerenti alle più importanti tematiche ambientali, il sito si propone come strumento di conoscenza e di approfondimento utile per comprendere i meccanismi che stanno alla base dei problemi di inquinamento e di degrado dell’ambiente, e per capire quali possano essere i mezzi di prevenzione. Per rimanere costantemente informato riguardo alle notizie che si riferiscono all’ambiente naturale, alla sostenibilità, agli strumenti per ridurre l’inquinamento e per tutelare l’ecosistema, ti invitiamo a visitare il sito www.informazioneambiente.it e ad inserirlo tra i tuoi preferiti.

Potrebbero interessarti anche...