Come è fatto un orologio da polso: le parti di un orologio meccanico

Qui trovate le informazioni più dettagli che spiegano come è composto un prezioso orologio Rolex che sono tuti di tipo meccanico cioè non usano l’analogico che è subentrato dopo. Al posto di un chip per segnare l’ora, ci sono dei meccanismi che sono davvero molto precisi e fanno reso questi segnatempo i più ricercati nei negozi compro Rolex Roma.

Il telaio

La prima parte di un orologio Rolex è il telaio dove sono poi montati i meccanismi che vanno a formare il cosiddetto meccanismo. Il telaio è composto da una piastra e dai ponti dove trovano alloggio gli ingranaggi dell’orologio più voluto dai negozi di compro Rolex Roma.

L’organo motore

La parte chiamata organo motore presenta una molla arrotolata su di un asse che fa una certa pressione dovuta al movimento di srotolarsi. La molla viene chiamata in gergo anche molla motrice. Il bariletto ha il compito di trasformare la pressione in un movimento di rotazione.

L’organo oscillatore

In un orologio da polso l’organo oscillatore è rappresentato da un bilanciare e a da una spirale. Quest’ultima non è nient’altro che una molla piccolissima e molto fina. Invece, il bilanciere è una rotella con un perfetto equilibrio. Il bilanciere oscilla per tenere il tempo. La scelta dei materiali per queste parti determina la durata e la precisione di un orologio. I Rolex hanno parti interne pregiate che non perdono nemmeno un tic nel corso degli anni.

Lo scappamento

Un’atra parte di un orologio da polso è lo scappamento: si tratta di un perno che viene fissato proprio sul bilanciere e ha il compito di spostare una piccola leva, detta ancora. La ruota di scappamento è quella che va a schiudere gli ingranaggi sottostanti ed è una piccola ruota dentata.

L’indicatore

L’indicatore sono le lancette che si trovano sul quadrante. Esse girano sempre alla stessa velocità di un’ora, dodici ore e 60 secondi al giro senza perdere nemmeno un tic.

Potrebbero interessarti anche...