Armadio a ponte: una soluzione versatile e adatta a tutti gli ambienti?

Stai considerando, ormai da tempo, di acquistare un armadio a ponte recensito da armadieguardaroba.it e con ottimi feedback anche su altri blog e forum di settore? Quelli che seguono sono un po’ di informazioni che ti aiuteranno a capire se si tratta davvero della soluzione migliore per te e per la tua casa e un po’ di consigli per scegliere al meglio finiture a dettagli del tuo armadio a ponte.

Se hai spulciato cataloghi e siti web di mobilifici e aziende di arredamento dovresti conoscere ormai bene di che tipo di armadio si tratta: di diverso rispetto ai più tradizionali armadi a battenti o stand-alone ha soprattutto il fatto che sovrasta uno spazio cavo dedicato al letto o ai letti; altri tratti distintivi, però, sono il suo estendersi in altezza fino al soffitto e l’essere addossato al muro. Basta questo a comprendere perché, quella di un armadio a ponte è la soluzione più adottata quando si abbia poco spazio a disposizione (in appartamento, in un monolocale, eccetera) e la necessità di sfruttarlo al meglio. Molti considerano, comunque, questa tipologia di armadio più versatile rispetto ad altre, rispetto ai modelli più classici soprattutto: gli armadi a ponte, infatti, sono modulari e si può scegliere cioè, per esempio, quanti scomparti con ante e quanti scomparti aperti alternare o il numero di scaffali e cassetti all’interno, molto comodo ancora nell’ottica del riporre quanti più oggetti possibili e di organizzare al meglio lo spazio.

Come scegliere un armadio a ponte: guida rapida

Va detto certo che, nonostante in tempi recenti le aziende abbiano lavorato molto anche in questa direzione, l’armadio a ponte potrebbe non essere tra le soluzioni visivamente più gradevoli o eleganti. Rispetto ad altre strutture, infatti, è un armadio ingombrante, anche se scegliendo per esempio ante scorrevoli o a specchio si riesce a ingannare l’occhio e a far apparire anche questa soluzione come meno esteticamente pesante. Il tuo architetto di fiducia, se ne hai uno, ti potrebbe aiutare in questo senso ma, soprattutto se ti rivolgi a un negozio fisico di mobili, potrai rivolgerti agli addetti e, in qualche caso, aver realizzato un rendering della tua camera con armadio a ponte. Un buon suggerimento, comunque, se hai paura che questo tipo di guardaroba ingombri eccessivamente la stanza è optare per colori neutri e finiture naturali. Senza dubbio, poi, potresti riservare l’armadio a ponte per la cameretta dei bambini per esempio – è qui, infatti, che c’è più bisogno di spazio e che si può giocare con i diversi moduli di un armadio a ponte per creare spazi ad hoc per lo studio, il gioco, eccetera – e optare, invece, per altre soluzioni più versatili nella camera matrimoniale, nella cabina armadio, in un corridoio alla vista.

Tieni conto infine che, per quanto pratico soprattutto rispetto alla quantità di oggetti che può contenere, un armadio a ponte non sempre lo è altrettanto quanto a facilità di raggiungere soprattutto scaffali e cassetti più in alto od oggetti che si trovano in profondità.

Potrebbero interessarti anche...