Quello che ancora non sapevi sulla sigaretta elettronica

Dove mettere le miscela aromatizzata

Il serbatoio, detto anche tank dall’inglese, è la parte della e – cig dove va inserita la miscela. Ci sono diverse tipologie di miscele come quelle già pronte all’uso. Ci sono poi le basi a cui andare ad aggiungere gli ingredienti secondo le proprie preferenze. È in questo secondo caso che si può calibrare la quantità di nicotina da inserire avendo così un importante vantaggio; è la bassa concertazione di nicotina che fa salire la voglia di accendere una sigaretta di quelle tradizionali e dopo che è stata ristabilita si sta meglio. La nicotina crea dipendenza perché ogni volta che la concentrazione scende, torna la voglia di fumare. Se si assumono grandi quantità di fumo, e quindi di nicotina, significa che ci sarà sempre la voglia di fumare non appena la concentrazione nel sangue cala. La sigarette hanno sempre lo stesso quantitativo di nicotina perciò non è possibile calibrarla come invece si può con la e – cigarette che aiuta a smettere di fumare proprio grazie a questo principio.

Le prime volte si deve inserire un quantitativo alto di nicotina per placare la voglia di fumare ma poi mano a mano si può diminuirlo in maniera che si vada a diminuirne la concertazione del sangue fino a zero, momento in cui non si sentirà più il bisogno di una sigaretta.

Come viene prodotto il vapore aromatizzato

Gli atomizzatori sono la parte che ha il compito di produrre il vapore aromatizzato, infatti speso vengono anche chiamati vaporizzatori. Il compito degli atomizzatori è scaldare la miscela presente nel serbatoio tramite una bobina che riceve energia elettrica dalla batteria, ecco perché va caricata questa e – cig. La miscela si scalda e viene prodotto il vapore aromatizzato che può essere inalato senza alcun tipo di rischio e danno per la salute. La ragione di questa importante differenza sta proprio nel sistema con cui si produce il vapore: l’assenza di combustione, utilizzata per le sigarette tradizionali, è più sana e non produce scarti pericolosi che si depositano nei polmoni facendoli diventare neri.

Potrebbero interessarti anche...